"L'impulso creativo della
nostra generazione !"
Login Link Facebook Link Instagram
STUDIOPOINT
ELEZIONI: INDIRIZZARE IL VOTO AL TEMPO DEI SOCIAL
Valerio Cianfanelli 23-02-2018 31

Una recente inchiesta pubblicata dal quotidiano ‘La Stampa’ sta cercando di fare chiarezza su degli strani movimenti propagandistici che agiscono tramite alcuni account Facebook e, specialmente, Twitter.

La testata giornalistica accuserebbe un indirizzamento del voto a favore di Lega e Movimento 5 Stelle da account che risulterebbero filo-russi.

Gli account sospetti in questione sarebbero cinque: @DoctorWho744, @CorryLoddo, @lucamedico, @Outis2000, @FrancoSuSarellu. Tutti account dormienti nel 2015 che ad oggi hanno visto incrementare in maniera sostanziale le loro interazioni. I numeri citati da ‘La Stampa’ sarebbero dai 13 tweet al giorno nel 2015 arrivati persino a ben 125 tweet quotidiani ad inizio 2017.

Numeri importanti che, come sottolinea l’inchiesta, “affermano che gli account presi in esame hanno caratteristiche che non rientrano nelle attività di normali utenti dei social”. Tutti i profili all’indomani dell’inchiesta avrebbero cessato le loro attività ed avrebbero fatto perdere le loro tracce.

Il meccanismo sarebbe semplice: aumentare le interazioni con network pro-M5S e pro-destra per raggiungere maggiore visibilità. Si parla nell’inchiesta di un account in particolare, seppur non menzionato, che nei suoi 65.000 tweet, avrebbe citato la parola Russia oltre 4.700 volte, Putin 1.465, Grillo 966, Renzi oltre 4.000, Berlusconi 475 e Salvini 570.

Questo profilo avrebbe avuto 735 interazioni (tweet, RT) verso l’account de «Il Fatto Quotidiano» e oltre 13.000 con Sputnik (versione italiana ed internazionale). E ancora “da 180, tra retweet e tweet con un noto account pro-M5S, fino a raggiungere i 1.800 con un altro account pro-M5S, per arrivare verso i 2.000 con un account che appoggia temi di partiti come la Lega: immigrazione e sicurezza”.

Numeri da capogiro che sommati al fatto che questo account, secondo fonti che restano anonime, avrebbe cancellato tutti i log di accesso, ovvero il luogo da dove ci si collega e da quale dispositivo, si fanno ancor più preoccupanti ed allarmanti. Una simile inchiesta venne svolta dal quotidiano ‘The Guardian’ per le elezioni americane e coinvolse anche l’intelligence.

Anche in quel caso si parlava di intromissioni russe. Quindi secondo quanto riportato la Russia avrebbe aiutato governi filo-russi a salire al potere in America, ed adesso starebbe facendo lo stesso in Italia, cercando di influenzare le elezioni del 4 Marzo. Durante le elezioni americane del 2016, riporta il quotidiano, i tweet fatti dagli account russi hanno avuto oltre 450 milioni di ‘impression’.

L’inchiesta della testata giornalistica italiana è stata aiutata ad essere portata alla luce da “un’autorevole fonte internazionale, che ha seguito professionalmente le interferenze di Mosca nei processi politici delle democrazie occidentali”, fonte anche questa comunque non citata.

Infine conclude La Stampa: “Ovviamente non c’è una prova definitiva del rapporto organico tra gli account e un’operazione in atto per influenzare le nostre elezioni, ma collegando i puntini si viene messi in questa direzione, dove forse potrebbero arrivare agenzie attrezzate e autorizzate a farlo...

...Anche la dimensione dello sforzo non deve trarre in inganno, perché in altri Paesi è stato condotto alla stessa maniera, con piccole operazioni insospettabili. Il costo è basso, e qualunque risultato destabilizzante è utile [...]. Per l’Italia sarebbe importante appurare se una potenza straniera sta cercando di interferire con le nostre elezioni, a qualunque livello.

Siamo un Paese democratico e i partiti hanno il diritto di scegliere i programmi che preferiscono. Se però collaborano con altre nazioni, o hanno intenzione di cambiare le alleanze internazionali dell’Italia, gli elettori hanno il diritto di saperlo e questo punto dovrebbe fare parte del dibattito politico”.

HOT TOPIC
LA MARIJUANA LEGALE INVADE ROMA: ECCO DOVE TROVARLA
Marijuana legale? Si. Dove trovarla? QUI:
18267
5 EURO PER UN ANNO DI MUSEI A ROMA. COME? CON LA TESSERA MIC.
Nasce MIC , la tessera annuale che permetterà l'accesso illimitato a tutti i musei pubblici della capitale, comprese le mostre temporanee.
4478
ELEZIONI 2018: LEGGE ELETTORALE, PROGRAMMI E COME VOTARE
Elezioni politiche 2018: vi mostriamo la spiegazione dei criteri della legge elettorale, come si vota e i programmi delle forze politiche in gara.
736
Ritornano i Cinemadays, il Cinema a Tre Euro
Ritornano i Cinemadays : per 15 giorni all'anno, i biglietti del cinema a 3 euro.
710
5 METODI DI STUDIO MIGLIORI DEL TUO (E 5 DA EVITARE)
Se credete di avere un metodo di studio estremamente utile ed efficace, forse è arrivato il momento di ricredersi. Lo dice la scienza.
678
CROLLA TETTO DEL LICEO VIRGILIO DI ROMA
Crolla una parte del solaio dell'istituto. Studenti evacuati gridano la loro rabbia su Facebook:" tragedia sfiorata"
606
AMAZON KEY, IL PRODOTTO ARRIVA A CASA ANCHE QUANDO NON CI SEI
"Not at home? Not a problem": Amazon prende in prestito le tue chiavi di casa e consegna il prodotto anche se non sei fisicamente presente. 
519
CHI E' LIBERATO? I SEGRETI SULL'IDENTITA' DEL RAPPER NAPOLETANO
Sono tanti gli idizi che ricostruiscono la vera identità di Liberato, il rapper napoletano che spopola nelle classifiche musicali italiane.
517
5 BUONI MOTIVI PER FIDANZARSI CON UN RAGAZZO DEL CLASSICO
Stilosi, intellettuali, romantici: fidanzatevi con un ragazzo del classico!
516
STICKERS FESTIVAL: 2^ EDIZIONE DEL FESTIVAL DEGLI ADESIVI DELLA CAPITALE
Torna lo Stickers Festival di Roma, una manifestazione ad hoc per gli amanti e i collezionisti di adesivi della capitale.
506
SONDAGGIO
ESTATE

Dove andrai in vacanza?