#BEMILLENNIAL
Login Link Facebook Link Instagram

Ferrero, il Provino per 60 Assaggiatori da Settembre

Gianfranco Maselli 29-07-2018 87

Da piccoli tutti quanti abbiamo avuto problemi col cioccolato. C’è chi li ha messi da parte e chi non è mai uscito dal tunnel ma, in ogni caso, il nuovo annuncio della Ferrero e la sua ricerca di 60 assaggiatori potrebbe prenderci tutti per mano, pentiti e non, e magari farci ritrovare nella stessa stanza fra qualche mese per lo stesso colloquio di lavoro.

Il lavoro sogno di una vita: assaggiatore Ferrero

La Ferrero ha infatti lanciato, con un annuncio online, la sua personale ricerca di "giudici sensoriali" che avrebbero il compito di occuparsi dell’assaggio di cioccolati di nuova produzione, granella di nocciole e dolci inediti da proporre al pubblico, fornendo feedback, consigli e giudizi all’azienda per migliorare i propri prodotti e i futuri lanci sul mercato.

 

Assaggiatori senza esperienza

Senza considerare l’enorme possibilità di tuffarsi quotidianamente in un assaggio non-stop delle prelibatezze passate e future dello storico gruppo di Alba, fondata da Pietro Ferrero nel 1946, probabilmente uno dei sogni più ricorrenti della nostra infanzia, le cose belle di tutta questa storia sono essenzialmente due.

La prima è che non serve alcun tipo di esperienza per partecipare alla selezione lanciata dal "Willy Wonka" italiano.

La seconda è che si viene pure pagati e se avessi ricevuto io uno stipendio in gioventù per ogni crema spalmabile, merendina o cioccolata sperimentata sulla mia pelle non certo oggi starei scrivendo un articolo su come sarebbe potuta andare la mia vita ma starei piuttosto continuando a mangiare.

 

 

L’inserzione, pubblicata Openjobmetis, agenzia interinale della Ferrero stassa, indice la ricerca di 60  “giudizi sensoriali” che  verranno inizialmente selezionati per partecipare ad uno speciale corso di formazione già retribuito della durate di tre mesi presso Alba.

Al suo avvio a Settembre il corso avrà l’obiettivo acuire il senso dell'olfatto e del gusto dei partecipanti che saranno chiamati a recensire i prodotti assaggiati. Come si legge nell’annuncio quando il corso sarà terminato: «I candidati ritenuti idonei saranno assunti con contratto di somministrazione duraturo nel tempo con un impegno part-time di due giorni a settimana di due ore».

L’azienda sancisce dunque che non sono richiesti curriculum né competenze pregresse specifiche ma solo l’assenza di patologie, intolleranze e altri disagi alimentari da parte dei soggetti che si appresteranno a fare domanda, tanta sensibilità da parte loro, passione e amore nei confronti di quel mondo stupendo che è il cioccolato Ferrero e forse un'infanzia da mancati assaggiatori come la mia, la nostra.

Millennials, pronti per il colloquio con la Ferrero ad assaggiar Nutella?

Condividere un'idea significa renderla più forte e quando un'idea prende forza la sua eco può raggiungere luoghi lontani...
Condividi con gli altri e prendi parte a questo grande movimento! #bemillennial

TENDENZE