#BEMILLENNIAL
Login Link Facebook Link Instagram

Giochi invernali 2026: Milano-Cortina le candidate. Out Torino.

Francesco Leone 01-10-2018 45

Svolta inaspettata nella discussa questione Olimpiadi Invernali 2026. Da mesi ormai si cercava la quadra giusta per candidare Milano, Cortina d’Ampezzo e Torino unificate come proposta italiana al comitato olimpico.

I problemi sono sorti quando si è dovuto scegliere quale delle città dovesse essere la “madrina”, il centro dell’iniziativa, con la logica conseguenza di essere quella più interessata da fondi e invesimenti in previsione di ciò.

 

 

La candidatura unificata “a tre” non ha funzionato per motivi di leadership, e già avevamo avuto un antipasto della frattura a metà settembre quando il sindaco di Milano Giuseppe Sala aveva dichiarato:

Rinnoviamo la nostra disponibilità ad ospitare i Giochi olimpici invernali ma il ruolo di Milano deve essere chiaro. Milano deve essere la prima città indicata nel brand non è una questione di arroganza, il Coni ci ha detto che Milano sarà la candidata”.

Qualche giorno più tardi non aveva poi smentito il possibile colpo di mano con l’esclusione di Torino, ipotizzando la sola candidatura di Milano e Cortina promossa invece dai governatori di Veneto e Lombardia Zaia e Fontana.

Ed ecco la notizia di oggi che Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, ha reso pubblica: “Il Coni ha ufficializzato che la candidatura italiana per i giochi olimpici invernali 2026, sarà quella di Milano-Cortina”.

Da Torino intanto non l’hanno presa bene. E’ guerra “fredda” tra i due sindaci.

Il capoluogo piemontese faceva forza sul fatto che molti impianti siano già utilizzabili perché costruiti per le Olimpiadi Invernali del 2006, e la città era pronta per accogliere nuovamente i giochi.

 

 

Appresa la notizia della candidatura “a due” Milano-Cortina la sindaca Appendino ha tuonato: “E’ una candidatura per noi incomprensibile, si tratta di andare a costruire ed edificare dove non ci sono gli impianti. Torino era la meno costosa. Chi si assume questa responsabilità dovrà spiegarla al Paese. Il Coni porti in votazione i dossier, la candidatura di Torino è ancora in campo. Si entri nel merito dei dossier, si analizzino costi in modo analitico e il Coni si assuma la responsabilità delle proprie scelte”.

Il nodo è ancora intricato, si attende ora una definitiva presa di posizione da parte del CONI.

Nel frattempo Milano-Cortina resta la soluzione più accreditata per la candidatura italiana ad ospitare i Giochi Olimpici Invernali del 2026.

 

 

Condividere un'idea significa renderla più forte e quando un'idea prende forza la sua eco può raggiungere luoghi lontani...
Condividi con gli altri e prendi parte a questo grande movimento! #bemillennial

TENDENZE