"L'impulso creativo della
nostra generazione !"
Login Link Facebook Link Instagram
STUDIOPOINT

OLIO DI PALMA, A CHI FA VERAMENTE MALE

Caterina Deidda 24-02-2018 52

"Senza olio di palma".

Ormai conviviamo con questa dicitura che si trova praticamente su qualsiasi prodotto alimentare: biscotti senza olio di palma, cioccolata senza olio di palma, stracchino senza olio di palma, asparagi senza olio di palma... Ma perchè le aziende che producono beni alimentari ci tengono a far sapere che i loro prodotti non contengono olio di palma?

La risposta più comune, che forse è quella solitamente spiegata, è che l'olio di palma, un grasso vegetale ricavato dalla spremitura della polpa del frutto della palma da olio, faccia male, anzi malissimo alla salute, nonchè favorisca la comparsa di deliziosi brufoli e maniglie dell'amore, oltre al fatto che, come tutti sanno, uccide le nonne del mondo senza nemmeno passare dal via.

Vi possiamo dire però, che l'olio di palma non fa più o meno male alla vostra salute e alla vostra pelle levigata di quanto non possa fare un'altra comunissima fonte di grassi.

Nonostante questo, i produttori di olio di palma non sono totalmente innocenti, poichè esiste qualcuno cui l'olio di palma risulta essere veramente mortale.

Siamo nel Borneo, nel sud asiatico, dove sorgono foreste pluviali e tropicali... Mi correggo, sorgevano. Da sedici anni a questa parte le multinazionali produttrici di olio di palma si sono prese il diritto di poter deforestare aggressivamente le vaste foreste, per poter piantare palme da olio di palma.

La pratica, compiuta mediante incendi ed abbattimenti di alberi, rivela una verità ancora più scandalosa e macabra.

Le foreste indonesiane pullulavano di oranghi Pongo Pygmaeus, divisi tra oranghi del Borneo e di Sumatra. In questi 16 anni, 150.000 oranghi sono stati uccisi per poter piantare palme da olio di palma incendiando e deforestando il loro habitat naturale.

Ad oggi, l'orango Pongo Pygmaeus rientra nelle specie a rischio di estinzione.

La IUNC "International Union for Conservation of Nature", individua la distruzione delle foreste pluviali per la produzione di olio di palma come la causa principale della scomparsa degli oranghi, ed annuncia che se la deforestazione non verrà fermata, sia le foreste che gli oranghi scompariranno completamente entro 20 anni.

E' per questo motivo dunque che le case produttrici di alimenti si sono dissociate, sempre in maggior numero, dall'utilizzo di olio di palma: a causa del clamoroso impatto ambientale che quest'ultimo sta avendo sul mondo. Nonostante questo, non tutti sono disposti a rinunciare all'olio di palma: alcune immportanti aziende  sembrerebbero ancora complici di questo brutale massacro ambientale.

A causa degli incendi, appiccati col fine di distruggere le foreste, migliaia di oranghi sono stati ritrovati privi di vita; una mamma orango con il suo cucciolo è stata salvata miracolosamente da alcuni volontari come si può vedere in questo video.

Numerosi oranghi sono invece vittime di bracconaggio, poichè l'uccisione di un orango viene pagata profumatamente. Pochi giorni fa ne sono stati ritrovati alcuni con 163 pallini di piombo in corpo, ovviamente privi di vita.

Altri ancora, durante la deforestazione, vengono catturati e venduti per via della loro carne.

Insomma, la deforestazione e il massacro in atto sicuramente non giustificano un gusto leggermente più dolce di un biscotto o un lucidalabbra più fluido. Le conseguenze di questo disboscamento saranno disastrose, senza esagerare.

Il "Senza olio di palma" non deve essere un elemento in più per comprare un determinato prodotto, ma la norma, la caratteristica base, e non perchè i capelli altrimenti si ingrassano dopo un giorno che li abbiamo lavati, ma perchè per ogni proddoto, cosmetico o alimento con al suo interno olio di palma, un polmone verde della nostra terra svanisce e, con lui, i suoi abitanti.

Per ulteriori approfondimenti clicca su questo link e guarda questo video .

 

HOT TOPIC
LA MARIJUANA LEGALE INVADE ROMA: ECCO DOVE TROVARLA
Marijuana legale? Si. Dove trovarla? QUI:
24233
5 EURO PER UN ANNO DI MUSEI A ROMA. COME? CON LA TESSERA MIC.
Nasce MIC , la tessera annuale che permetterà l'accesso illimitato a tutti i musei pubblici della capitale, comprese le mostre temporanee.
5249
Un mese di trasporti gratuiti per i ragazzi dai 16 ai 18 anni: LazioinTour
Viaggiare in Cotral e sui mezzi Trenitalia nella Regione Lazio dal 13 Luglio al 15 Settembre sarà gratis per i ragazzi dai 16 ai 18 anni.
3026
Musei Gratis Roma: la MIC Card Costa Solo 5 euro
Il patrimonio artistico della capitale spalanca le porte ai cittadini: musei gratis Roma con la mic card al costo di 5€ l'anno.
2718
5 METODI DI STUDIO MIGLIORI DEL TUO (E 5 DA EVITARE)
Se credete di avere un metodo di studio estremamente utile ed efficace, forse è arrivato il momento di ricredersi. Lo dice la scienza.
849
Save the Date: il 27 Luglio l'Eclissi Lunare più Lunga del Secolo
Il 27 Luglio dal tramonto a notte fonda, si potrà ammirare l'Eclissi Lunare più lunga del secolo. Ecco tutte le informazioni per non perdersela!
833
Ritornano i Cinemadays, il Cinema a Tre Euro
Ritornano i Cinemadays : per 15 giorni all'anno, i biglietti del cinema a 3 euro.
825
ELEZIONI 2018: LEGGE ELETTORALE, PROGRAMMI E COME VOTARE
Elezioni politiche 2018: vi mostriamo la spiegazione dei criteri della legge elettorale, come si vota e i programmi delle forze politiche in gara.
761
COLTAN: IL MINERALE DEGLI SMARTPHONE TRA SFRUTTAMENTO E ARMI NUCLEARI
Il coltan: elemento fondamentale dei nostri smartphone e maledizione per i congolesi.
681
CROLLA TETTO DEL LICEO VIRGILIO DI ROMA
Crolla una parte del solaio dell'istituto. Studenti evacuati gridano la loro rabbia su Facebook:" tragedia sfiorata"
644
SONDAGGIO
ESTATE

Dove andrai in vacanza?