"L'impulso creativo della
nostra generazione !"
Login Link Facebook Link Instagram
STUDIOPOINT

In Uscita ‘Sulla mia Pelle’ il Film sul Caso Cucchi

Valerio Cianfanelli 30-08-2018 44

Una vicenda che ha stravolto l’Italia ed il suo intero apparato giudiziario. Una battaglia - che dura ancora - combattuta da Ilaria Cucchi per far sì che un caso come quello del fratello non si ripeta ancora.

 

Il caso Stefano Cucchi per anni ha acceso dibattiti e proteste contro l’abuso di potere da parte degli enti che dovrebbero garantire la sicurezza. A dare ancora più risonanza alla vicenda è in arrivo nelle sale ed in contemporanea su Netflix ‘Sulla mia pelle’.

 

L’uscita del film è prevista per il 12 settembre ed avrà come protagonista uno degli attori italiani più emergenti degli ultimi anni Alessandro Borghi. L’attore della serie ‘Suburra’ e ‘Non essere cattivo’ sarà accostato a Jasmine Tinca, nel ruolo di Ilaria Cucchi e Max Tortora.

 

La pellicola sarà incentrata sugli ultimi sette giorni di vita di Stefano, dal momento del suo arresto per detenzione di stupefacenti, alla sua tragica morte nel carcere di Regina Coeli il 22 ottobre 2009.

 

“Volevamo raccontare una storia che potesse entrare un po' per volta nella tesdta delle persone che lo vedranno. Spero che il cinema possa essere uno strumento per fare informazione, per riflettere e per ricercare la verità. Cercheremo di far aprire gli occhi a chi ancora, per qualche motivo, non è riuscito a farlo” afferma Alessandro Borghi in un intervista a La Repubblica.

 

Non sarà stato facile per tutti gli attori e per il regista Alessio Cremonini mettere in scena un film a proposito di un caso così delicato che inoltre presenta costantemente nuovi colpi di scena, come quando, lo scorso 15 maggio vi abbiamo raccontato delle dichiarazioni di alcuni carabinieri coinvolti parlavano di “Relazioni modificate” (https://m.ilmillennial.it/blog/news/caso-stefano-cucchi-relazioni-modificate-su-richiesta-dei-superiori).

 

Certo è che Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, ne è rimasta piacevolmente colpita e tramite il suo profilo Facebook, accompagnato da un video in cui si vedono gli attori protagonisti in lacrime alla fine della prima proiezione a Venezia, ha voluto rilasciare alcune considerazioni:

 

Sono profondamente commossa. Provata. Guardo il cielo sperando di poter incontrare il tuo sguardo. Non vedo nulla. Solo le luci accese della sala Darsena dove è appena terminato il film sulla tua morte. Sento gli applausi della gente. Prendo l’abbraccio di Alessandro e Jasmine e poi anche quello di Max. Le 1500 persone che stipano il cinema si stringono tutte intorno, quasi tutte in lacrime. Questa è la gente intorno a noi.

 

Le sue prime dichiarazioni su quei toccanti istantI cedono il passo a ben altre considerazioni: “Qualcuno ha detto che dopo un fermo ci può scappare qualche schiaffo, qualche pugno. E se poi il fermato cade e si fa male pazienza. Niente legge contro la tortura perché lega le mani alla Polizia. Ma la Polizia non sente il bisogno di avere quelle mani libere che sarebbero sporche di sangue.

 

Forse magari il sindacato di Tonelli la pensa diversamente ma la Polizia del comandante Gabrielli è altra cosa. Ste’ ti sei preso qualche schiaffone. Qualche pugno. Qualche calcio. Sei caduto e ti sei fatto male. Molto male. Ma ce ne dobbiamo fare una ragione io, te, mamma e papà.
 

In fin dei conti questo qualcuno è ora il ministro dell’interno. Ora, ironia della sorte, sta facendo passerella e cene di gala a Venezia. Voglio incontrare questo famoso ministro Salvini. Pubblicamente. Guardarlo negli occhi. Senza dire nulla. Fargli abbassare quello sguardo freddo ed inespressivo. A Ste’, questo non avrà mai il coraggio. E poi lui si che fa parte della casta.

 

Non abbiamo giustamente preso un euro da questo film ma la soddisfazione è tanta. Tu sei un atto d’accusa vivente, sì, vivente, contro quel modo di pensare ignorante e violento. Tu che di violenza sei morto. Ti abbraccio forte forte. Come hanno abbracciato me. Notte

 

 

Condividere un'idea significa renderla più forte e quando un'idea prende forza la sua eco può raggiungere luoghi lontani...
Condividi con gli altri e prendi parte a questo grande movimento! #bemillennial
HOT TOPIC
LA MARIJUANA LEGALE INVADE ROMA: ECCO DOVE TROVARLA
Marijuana legale? Si. Dove trovarla? QUI:
26446
5 EURO PER UN ANNO DI MUSEI A ROMA. COME? CON LA TESSERA MIC.
Nasce MIC , la tessera annuale che permetterà l'accesso illimitato a tutti i musei pubblici della capitale, comprese le mostre temporanee.
5494
Trasporti del Lazio: Agevolazioni e Sconti su Treni e Bici Pieghevoli.
Nuovi investimenti per il trasporto pubblico del Lazio: aggiunti convogli, sconti per studenti e nuove tratte. Le info.
4245
Un mese di trasporti gratuiti per i ragazzi dai 16 ai 18 anni: LazioinTour
Viaggiare in Cotral e sui mezzi Trenitalia nella Regione Lazio dal 13 Luglio al 15 Settembre sarà gratis per i ragazzi dai 16 ai 18 anni.
3087
Musei Gratis Roma: la MIC Card Costa Solo 5 euro
Il patrimonio artistico della capitale spalanca le porte ai cittadini: musei gratis Roma con la mic card al costo di 5€ l'anno.
2830
5 METODI DI STUDIO MIGLIORI DEL TUO (E 5 DA EVITARE)
Se credete di avere un metodo di studio estremamente utile ed efficace, forse è arrivato il momento di ricredersi. Lo dice la scienza.
921
Ritornano i Cinemadays, il Cinema a Tre Euro
Ritornano i Cinemadays : per 15 giorni all'anno, i biglietti del cinema a 3 euro.
898
Vacanze Low Cost: 7 Siti per Viaggi Intelligenti
Scegliere tra le migliaia di offerte che ormai affollano il web non è facile, ma con qualche accorgimento nessuna meta è troppo lontana o costosa.
855
Save the Date: il 27 Luglio l'Eclissi Lunare più Lunga del Secolo
Il 27 Luglio dal tramonto a notte fonda, si potrà ammirare l'Eclissi Lunare più lunga del secolo. Ecco tutte le informazioni per non perdersela!
848
COLTAN: IL MINERALE DEGLI SMARTPHONE TRA SFRUTTAMENTO E ARMI NUCLEARI
Il coltan: elemento fondamentale dei nostri smartphone e maledizione per i congolesi.
779
SONDAGGIO
MEZZI PUBBLICI

Quanto usi i mezzi pubblici?