#BEMILLENNIAL
Login Link Facebook Link Instagram

WORLD PRESS PHOTO 2018: I FINALISTI E I LORO SCATTI

Micol Weisz 19-02-2018 287

Per la prima volta, a 63 anni dalla prima edizione dell'omonimo concorso, la World Press Photo, associazione olandese che premia ogni anno le migliori foto gornalistiche, ha deciso di pubblicare i nomi dei finalisti

Di norma infatti l'organizzazione rende noti esclusivamente i vincitori del concorso.

Nonostante le categorie premiate siano otto, il riconoscimento più importante è sicuramente il World Press Photo of the Year, attribuito a chi, tra i fotoreporter concorrenti, riesce a catturare con particolare sensibilità un fatto di cronaca.

A contendersi il World Press Photo of the Year 2018 saranno sei immagini, realizzate da cinque fotografi diversi, in grado, ognuna a suo modo, di raccontare gli eventi e le problematiche che nei mesi passati si sono trovati ad occupare le prime pagine dei giornali di tutto il mondo.

Vediamo chi sono i finalisti del World Press Photo 2018.

PATRICK BROWN - ROHINGYA CRISIS 

Si tratta dei corpi di profughi di etnia Rohingya affogati nel tentativo di raggiungere il Bangladesh. L'imbarcazione su cui viaggiavano, partita dal Myanmar, è infatti affondata a poche miglia da Inani Beach, vicino Cox's Bazar, città bengalese che da anni ospita i rifugiati Rohingya. Al naufragio sono sopravvisute 17 persone.

ADAM FERGUSON - BOKO HARAM STRAPPED SUICIDE BOMBS TO THEM. SOMEHOW THESE GIRLS SURVIVED

Ferguson ha scelto di ritrarre Aisha, quattordicenne Nigeriana che, rapita dai terroristi del gruppo Boko Haram, era stata incaricata di portare a termine una missione suicida. Fortunatamente la ragazza è riuscita a fuggire.

TOBY MELVILLE - WITNESSING THE IMMEDIATE AFTERMATH OF AN ATTACK IN THE HEART OF LONDON

Nello scatto del terzo candidato al World Press Photo of the Year una donna, ferita durante l'attentato di Londra del 22 marzo scorso, viene soccorsa da una passante. La donna è stata travolta dall'auto di Khalid Masood che, alla guida del veicolo, ha falciato la folla per poi accoltellare un agente di guardia.

IVOR PRICKETT - THE BATTLE FOR MOSUL I

La commissione del World Press Photo 2018 ha selezionato due immagini di Ivor Prickett: la prima rappresenta una lunga fla di civili che, a seguito dello scontro armato tra Isis ed esercito iracheno per il possesso della città di Mosul, aspettano di ricevere aiuti umanitari.

IVOR PRICKETT - THE BATTLE FOR MOSUL II

Nel secondo scatto di Prickett, unico reporter ad aver ricevuto due nomination per il World Press Photo of the Year, un soldato delle Forze Speciali irachene tiene in braccio un bambino appena uscito dall'ultima zona della città sotto il controllo dell'Isis.

RONALDO SCHEMIDT - VENEZUELA CRISIS

Il venezuelano Schemidt partecipa al World Press Photo 2018 con un'immagine forte e rappresentativa per quanto riguarda la travagliata situazione del suo paese: il giovane nella foto è José Víctor Salazar Balsa,durante una protesta contro il presidente Maduro duramente repressa dalla polizia antisommossa.

Sono questi dunque gli scatti tra cui la commissione della World Press Photo dovrà scegliere la foto giornalistica dell'anno.

Il vincitore del concorso verrà annunciato il prossimo 12 aprile nel corso del World Press Photo Awards Show di Amsterdam dove due giorni più tardi verrà inaugurata la mostra con le immagini premiate. L'esposizione itinerante farà il giro del mondo: prima tappa italiana sarà Roma.

Qui il Palazzo delle Esposizioni ospiterà le foto vincitrici dal 27 aprile al 27 maggio 2018.

Condividere un'idea significa renderla più forte e quando un'idea prende forza la sua eco può raggiungere luoghi lontani...
Condividi con gli altri e prendi parte a questo grande movimento! #bemillennial

TENDENZE