"L'impulso creativo della
nostra generazione !"
Login Link Facebook Link Instagram
STUDIOPOINT
Salvini Contro Elsa Di "Frozen"
Francesca Schettini 08-03-2018 93

Per la sempre attuale rubrica sulle gaffe di Matteo Salvini, un cartone animato ha innescato l’ira funesta del leader della Lega. Si tratta del famosissimo “Frozen”, il film d'animazione campione d'incassi di cui è atteso un sequel nel novembre 2019.

Anziché occuparsi - per esempio - della disoccupazione giovanile o del debito pubblico italiano, Matteo Salvini si è scagliato contro Frozen, manifestando pubblicamente il suo sdegno su quanto sto per riportare: è successo infatti che dei fan hanno chiesto alla produzione del cartone di poter influire sulle scelte che riguardano il futuro sentimentale della loro beniamina, attribuendo ad Elsa una relazione don una donna.

La risposta della regista e sceneggiatrice Jennifer Lee non si è fatta attendere, e nei giorni scorsi ha regalato una possibile apertura: «Stiamo affrontando il tema, ne stiamo parlando. Sarà la stessa Elsa a dirmi dove condurla».

Per gli ideatori dell'hashtag #GiveElsaAGirlfriend tanto è bastato per sognare un approccio narrativo lontano dagli stereotipi e un possibile, inusuale modello gay positivo, per i bambini. E l'ira di Salvini contro Frozen non si è fatta attendere.

L'idea che Elsa di Frozen possa avere una compagna lesbica ha fatto balzare dalla sedia il ruspante Salvini: «È il mondo all'incontrario!», ha sbottato. E nel suo comizio all'Atlantico Live, a Roma: «Ho una bimba di 5 anni e so tutto di Elsa e Anna. Una responsabile Disney ha detto che stanno valutando se Elsa potrà diventare gay? Ogni adulto fa quello che vuole, ma ci stanno preparando ad un mondo al contrario in cui ha più diritto l'immigrato rispetto all'italiano o in alcune scuole dicono che non c'è differenza tra maschio e femmina. Alcuni insegnanti deliranti mettono i bambini a giocare con le bambole e le bambine a calcio. Non siamo tutti indistinti e indefiniti. Io sono preoccupato e voglio intervenire prima». 

Non si è fatta attendere anche la reazione via Facebook di Giorgia Meloni: «Basta! Ci avete stufato! Giù le mani dai bambini», tuona la leader di Fratelli d'Italia. Mentre poco prima commentando su La7 l'ipotesi di una fidanzata per Elsa, nel sequel del film, aveva detto: «Una cosa è difendere i diritti, un'altra è mettere in mezzo a queste cose che sono complesse bambini di 5, 6 anni... Mi sembra un po' troppo...». 

Dal punto di vista dell'accettazione culturale della comunità omosessuale nel nostro paese c'è ancora molto da fare.

La verità è che spesso e volentieri sono gli adulti a barricarsi dietro la scusa dei bambini per non ammettere la propria ignoranza.

Le menti dei più piccoli infatti sono malleabili e assai più inclini alla tolleranza di quelle dei loro genitori.

La conoscenza della tematica “Gender” nelle scuole, di cui si è tanto parlato negli ultimi anni, è ancora un argomento scottante e un tabù per molti, soprattutto in alcune aree più "tradizionali" della nostra penisola.

In moltissimi stati membri della UE hanno abbracciato la diversità  nel modo più semplice possibile, mostrandola ai bambini per quella che è: una risorsa preziosa. Da comprendere e conoscere, e non da giudicare.

Cartelloni arcobaleno decorano i corridoi delle scuole, dalla più tenera infanzia fino ai licei, dove perfino i bagni non sono più sottoposti ad alcuna discriminazione di genere.

L'accettazione e il rispetto di ciò che consideriamo diverso dev'essere la base culturale di un paese civile, solo così avremo una più completa conoscenza di ciò che siamo, in tutte le nostre varianti.

Per il nostro paese purtroppo questa prospettiva sembra essere un’utopia, o per lo meno un risultato non raggiungibile nel futuro immediato.

Nel frattempo consigliamo al leader della Lega di concentrarsi su temi più urgenti, e di proporre un piano educativo per i bambini che li aiuti a comprendere le differenze di genere e di tendenze sessuali, nessuna esclusa.

Essendo passato Natale il presepe nelle scuole non è più argomento scottante. Dal momento che siamo prossimi a Pasqua possiamo concentrarci sul ramo d’ulivo.

 

HOT TOPIC
LA MARIJUANA LEGALE INVADE ROMA: ECCO DOVE TROVARLA
Marijuana legale? Si. Dove trovarla? QUI:
18267
5 EURO PER UN ANNO DI MUSEI A ROMA. COME? CON LA TESSERA MIC.
Nasce MIC , la tessera annuale che permetterà l'accesso illimitato a tutti i musei pubblici della capitale, comprese le mostre temporanee.
4478
ELEZIONI 2018: LEGGE ELETTORALE, PROGRAMMI E COME VOTARE
Elezioni politiche 2018: vi mostriamo la spiegazione dei criteri della legge elettorale, come si vota e i programmi delle forze politiche in gara.
736
Ritornano i Cinemadays, il Cinema a Tre Euro
Ritornano i Cinemadays : per 15 giorni all'anno, i biglietti del cinema a 3 euro.
710
5 METODI DI STUDIO MIGLIORI DEL TUO (E 5 DA EVITARE)
Se credete di avere un metodo di studio estremamente utile ed efficace, forse è arrivato il momento di ricredersi. Lo dice la scienza.
678
CROLLA TETTO DEL LICEO VIRGILIO DI ROMA
Crolla una parte del solaio dell'istituto. Studenti evacuati gridano la loro rabbia su Facebook:" tragedia sfiorata"
606
AMAZON KEY, IL PRODOTTO ARRIVA A CASA ANCHE QUANDO NON CI SEI
"Not at home? Not a problem": Amazon prende in prestito le tue chiavi di casa e consegna il prodotto anche se non sei fisicamente presente. 
519
CHI E' LIBERATO? I SEGRETI SULL'IDENTITA' DEL RAPPER NAPOLETANO
Sono tanti gli idizi che ricostruiscono la vera identità di Liberato, il rapper napoletano che spopola nelle classifiche musicali italiane.
517
5 BUONI MOTIVI PER FIDANZARSI CON UN RAGAZZO DEL CLASSICO
Stilosi, intellettuali, romantici: fidanzatevi con un ragazzo del classico!
516
STICKERS FESTIVAL: 2^ EDIZIONE DEL FESTIVAL DEGLI ADESIVI DELLA CAPITALE
Torna lo Stickers Festival di Roma, una manifestazione ad hoc per gli amanti e i collezionisti di adesivi della capitale.
506
SONDAGGIO
ESTATE

Dove andrai in vacanza?